skip to Main Content
Cam2 Frame57

/sim·bi·ò·sys/: Il nostro progetto per la Milano Design Week

Dal 4 al 9 Aprile, Milano si trasformerà nella capitale del Design con Il Salone del Mobile e il FuoriSalone. Parteciperemo ad entrambi gli eventi con il progetto/sim·bi·ò·ṣys/, da una parte a Workplace 3.0 con i nostro partner V-ger  e DWS Systems, dall’altra al Brera Design District con Autodesk e Fablab Milano.

The Future of Making Things

Grazie alla tecnologia, l’immaginazione non ha più limiti. In questo momento storico, possiamo davvero dire di poter progettare qualsiasi cosa: il cloud computing, la stampa tridimensionale e le altre tecnologie 3d, i social e la collaborazione, ci permettono di realizzare e utilizzare oggetti e prodotti in modo totalmente nuovo.
Per parlare di questo e farvi vivere la nostra esperienza di commistione fra design e fabbricazione digitale saremo con Autodesk e Fablab Milano a The Future of Making Things: un evento tutto le sulle visioni future in materia di Design e tecnologia, che si terrà a Brera, allo Spazio Formentini per l’Editoria.

Workplace3.0/SaloneUfficio

Il concetto di lavoro sta cambiando e quindi anche lo spazio di lavoro necessita di cambiamenti.Workplace 3.0, la biennale del mondo dell’ufficio e le sue evoluzioni, tenterà di dare delle risposte a queste richieste, attraverso progetti che si pongono come presupposto l’idea di progettare sulla base delle esigenze dei lavorati oltre che di mercato.

/sim·bi·ò·ṣys/ e i nuovi paradigmi del design

Il progetto/sim·bi·ò·ṣys/ vuole contribuire alla discussione sul design mettendo il focus sulla la contaminazione di questi nuovi sistemi: la convivenza tra il prodotti dell’office e il prodotto stampato in 3D. La proposta progettuale si forma dalla selezione di alcuni prodotti utilizzati nell’ambiente del “office” e successivamente l’applicazione di un pensiero critico sulla loro forma. Da ciò nasce il progetto: la caratterizzazione, o addirittura lo stravolgimento, applicando ai prodotti strutture generative e computazionali.
/sim·bi·ò·ṣys/ è una parola ideata rivisitando la parola greca symbíōsis (convivenza) e sostituendo il suffisso “sis” con “sys”, le prime tre lettere di “system” donandogli un’accezione tech.
Ci siamo resi conto di come oggi non conti più solo quale prodotto si decide di realizzare, ma anche come questo è stato fatto: il metodo di realizzazione e i sistemi che sono stati impiegati danno una nuova luce e una vita al prodotto di design.
L’impiego sempre più ampio di nuovi sistemi di digital fabrication come software di modellazione 3D, Scanner 3D  e Stampanti 3D, ha cambiato il paradigma con cui si affronta la progettazione di un prodotto.
È la visione futura di un processo già in atto: elementi di arredo, protesi mediche, edifici e aerei, tutto può essere realizzato in modo nuovo.

I designer che hanno partecipato:

Back To Top