skip to Main Content
Stampante 3d Progetti

In gamba! Una splendida forma per la protesi dell’arto inferiore stampata in 3D

Come creare il rivestimento di un arto inferiore personalizzato e perfettamente modellato per una protesi 

Oggi vi parliamo di un’affascinante applicazione della stampa 3D relativa alle protesi. Molte volte le protesi normali hanno un rivestimento in gomma o in plastica sopra il pilone, modellato in modo da riprodurre la forma l’arto controlaterale: funzionale ma inadatto alle esigenze psicologiche dell’amputato. Infatti, spesso coloro che devono far uso di protesi soffrono molto della compromissione dell’immagine dolorosamente nuova del proprio corpo.
La sfera emotiva e la percezione de, nei casi di amputazione traumatica, vengono sconvolte e il cervello spinge verso il ritorno allo stato iniziale, pre-trauma. In particolare, davanti allo specchio, l’amputazione genera un’evidente asimmetria che rende la propria figura difficile da accettare. Qui subentrano gli aspetti psicologici dell’amputazione e scatta un meccanismo, naturale, alla ricerca di una artificiale simmetria.
In questo contesto si è sviluppato il progetto di ShapeMode ”In gamba!”, che ha raggiunto l’obiettivo di testare nuove tecnologie della stampa 3D in ortopedia per aiutare gli amputati.

in-gamba-dws-shapemode-service-protesi-stampa-3d

Una copertura per la protesi perfetta che si adatta perfettamente alla gamba di chi la indossa stampata in 3D

Il nuovo progetto della ShapeMode è una copertura per la protesi stampata in 3D. La protesi di un cliente è stata scannerizzata grazie allo studio V-GER, disegnata da Riccardo Gatti, CR DESIGN studio e realizzata con la stampante 3D 030X di DWS – Digital Wax Systems. La copertura per la protesi è stata presentata alla Maker Faire Roma all’inizio di Ottobre 2016.

Il progetto di ShapeMode è una copertura per la protesi realizzata su misura utilizzando lo scanner 3D, con uno spin estetico. A differenza dei tradizionali prodotti standardizzati (one-size-fits-all), ShapeMode ha utilizzato per questo progetto una tecnologia di scansione 3D basata su immagini per catturare la forma della gamba sana.

La copertura per la protesi è stata realizzata con un materiale leggero, con particolare attenzione allo stile. Speriamo che questo progetto aiuti più di un amputato ad accettare e apprezzare la sua protesi personalizzata, e che cresca questa opportunità  per le persone che hanno subito un trauma; in modo che possano ritrovare serenità rispetto alla propria immagine e scoprire un nuovo rapporto con la tecnologia.

 Tutto grazie alla stampa 3D.

Infografica del progetto
Back To Top