skip to Main Content
Stampa 3D Organi Umani Shapemode Milano Europe Italia

Costruire organi umani con stampanti in 3D

La stampa 3D nasce principalmente per la prototipazione rapida di oggetti e i campi di applicazione sono sempre di più. Grazie all’avanzare della ricerca e alla passione degli addetti ai lavori, si possono prototipare sia piccoli oggetti sia oggetti di grandi dimensioni, si va dalle abitazioni stampate in cemento agli oggetti d’uso, fino alla stampa in campo biomedico.

In questo settore, la ricerca ha reso possibile quello che qualche tempo fa era quasi impensabile: si possono stampare protesi di arti, ossa, cartilagine, pelle e addirittura vasi sanguigni (i ricercatori dell’università di Harvard stanno facendo grandi progressi in questo campo).
Questo tipo di stampaggio già viene utilizzato in campo medico, in particolare quello odontoiatrico.

I giorni di attesa per una protesi dentale sono ormai alle spalle, in una sola seduta e in pochi minuti di stampa si può ottenere ciò che un tempo richiedeva diverse sedute e verifiche. Questa tecnologia permette la sostituzione di parti ossee con precisione millimetrica.

Grazie alla stampa 3D, le protesi non sono più costosissime e molti progettisti stanno lavorando allo sviluppo di protesi low cost accessibili ad un numero di persone molto più vasto. Nei paesi di guerra dove molte persone, fra cui bambini, rimangono mutilate e non ci sono soldi per una protesi, la diffusione di questa tecnologia può consentire un accesso anche a coloro che altrimenti dovrebbero rinunciare alla gioia di tornare a camminare o ad usare le proprie mani a causa di avvenimenti dei quali non hanno colpa.
Ecco come un’invenzione può rivoluzionare una società e la vita delle persone che ne fanno parte: è partito tutto nel 1982 Chuck Hull e ora questa tecnologia sta trovando applicazione nei campi più svariati, consentendo anche una diversa concezione di mercato -sia di nicchia che globale- e di fare industria.

 

Back To Top