skip to Main Content
3D Print Gioielli Stampa 3D Shapemode Milano

Stampa 3D: medicina, tutela ambientale, gioielleria

Stampa 3D: applicazioni

Si parla tanto di stampa 3D e delle molteplici applicazioni di questa innovativa tecnologia, sia sui media del settore, sia su risorse più generiche.
D’altra parte è innegabile che la stampa 3D e i vantaggi che essa è in grado di offrire in un ampissimo numero di settori stanno davvero rivoluzionando il nostro mondo e le modalità con cui noi operiamo al suo interno, introducendo idee, possibilità e obiettivi precedentemente irrealizzabili o irraggiungibili.
Basti pensare ai tanti oggetti prodotti tramite stampanti 3D che trovano utilizzo in ambito medico: i passi in avanti da questo punto di vista sono stati giganti, a tutto vantaggio della tutela della nostra salute.
Sembra che la stampa 3D possa aiutarci a salvaguardare anche lo stato di salute del nostro pianeta, oltre a quello personale di ciascuno di noi.
Da segnalare a questo proposito l’impegno di alcune start up col nobilissimo fine di proteggere le specie animali in pericolo di estinzione, quelle minacciate da una caccia e da un bracconaggio barbari. È il caso dei rinoceronti purtroppo richiestissimi per le loro corna, vendute poi al mercato nero a prezzi molto elevati. La speranza è che si possano presto produrre delle corna stampate in 3D, in tutto e per tutto uguali a quelle naturali: in questo modo si ridurrebbe la richiesta per le corna autentiche, l’avorio finto sarebbe disponibile per i venditori in quantità maggiori e ciò ridurrebbe anche i costi della merce per i compratori. Questo concatenarsi di fattori contribuirebbe a fermare o per lo meno a ridurre drasticamente la caccia al rinoceronte. Questa iniziativa è portata avanti da un’azienda americana specializzata in bio tecnologie, la Pembient. Ci sono poi settori per così dire meno sociali o etici rispetto alla medicina e alla salvaguardia del pianeta, in cui la tecnologia della stampa 3D funziona altrettanto bene.

Stampa 3D: uso personale

Un esempio è dato dalle stampanti 3D per creare gioielli (altri link qui) o capi d’abbigliamento. Su questo versante, il dato che senz’altro sorprende di più è il progressivo aumento della domanda di stampanti 3D per uso personale. Sembra quasi una presa di posizione in un mondo oramai dominato dalla globalizzazione (si legga omologazione): una sorta di fai-da-te estremamente tecnologico che permette al singolo individuo di distinguersi in qualche modo dai propri simili, con qualcosa che sia veramente unico.
In questo senso, la stampa 3D rappresenta davvero la soluzione. Vale davvero la pena di dire che l’unico limite è posto dalla immaginazione personale.

Articolo di Cinzia Greco

Back To Top